Ceneri

“Of ashes”, by Lostknightkg-dadjdpz
Un foglio bianco.
Due argomenti.
Nessuno dei due affrontabile.
Una casa vuota.
Un cuore vuoto e pieno.
Una testa satura.
La certezza che qualcosa stia morendo.
La consapevolezza che qualcuno stia rinascendo.
C’è chi danza sulle mie ceneri.
Una nasce, dalle mie ceneri.
Uno campa delle mie ceneri.
Il grigio invecchia.
Una musica di sottofondo.
Mille notti solitarie.
Una vita solitaria, creata, voluta, non voluta.
I dadi a riposo.
Le scommesse finite.
Trenta mesi da lasciare andare.
Il buio dopo.
Il niente prima.
Il limbo ora.
L’attesa sempre.
Il silenzio comunque.
Le note tutte.
La vita mancata.
Il bacio, contatto sfumato.
Il cuore perso.
L’anima affogata.
La speranza flebile.
L’inesistente concretezza.
Il passato che non torna mai.
Il futuro non teorizzabile.
L’amore, cieco.
La polvere sparsa.
La terra che non riconosci.
Le unghie che cercano di aggrapparsi e scavare, bramando in un vuoto di plastica a pochi passi.
Due luci a pochi soldi.
L’infinito è tutto intorno.
“Dust and ashes”, by Flexdreams-da2er0y

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *