ARTE IN TAXI

Ragazzi, questa è bella bella.
Una mostra itinerante su taxi a Roma.

Si chiama Taxi Gallery, ha avuto inizio il 14 novembre, andrà avanti fino al 7 dicembre.
In realtà era già stata lanciata l’estate scorsa, è piaciuta e viene riproposta in occasione della fine d’anno.

Come faccio a vederla?
Dovete avere un po’ di fortuna, e circa 15 euro da spendere, costo medio calcolato per aggirarsi nella capitale con questo mezzo di spostamento.
Sette sono i temi che sono stati scelti per le foto d’autore: Fermoimmagine, Giungla d’asfalto, Sentieri urbani, Discarica Italia, Camera con vista, Traiettorie umane, e -last but not least- Paura del buio.
Ognuno di essi viaggia a bordo di un solo taxi, per un totale di sette vetture. Ovviamente, non ci sono foto appese all’interno: c’è un album fotografico, volto a far conoscere professionisti più o meno noti ad un pubblico il più possibile vasto, ed a sensibilizzare i cittadini del mondo sulla ricchezza dei mestieri dell’arte.
Dite che esagero con ‘cittadini del mondo’? Ma è Roma. Ed a Roma gira veramente chiunque. 

Perché i taxi?
C’è anche una spiegazione simbolica. Il taxi attraversa continuamente i luoghi dell’arte facendola entrare nel nostro quotidiano, pure se non ce ne accorgiamo. E’ come una lente ottica in perpetuo movimento sul mondo e la sua storia.
E poi l’arte non deve essere un circuito chiuso, con biglietti a volte carissimi per l’accesso ai musei. 

Su quale taxi devo salire?
Cercate questi:
Atlanta 7
Avana 1
Avana 25
Berlino 33
Gedda 31
Giava 19
Sidney 21

Perché dovrebbe interessarmi?
Perché voi siete curiosi. E volete anche alleggerire Roma dall’inquinamento, lasciando a casa la macchina. Perché potete raccontare di essere tra gli eletti che hanno preso parte a questa mostra così diversa. E perché Taxi Gallery è un’iniziativa indipendente ed autofinanziata, nessuno ha preso soldi.

Divertente, no? Anche se non salirete su nessuno dei sette taxi d’arte, sappiate che Roma città eterna offre anche idee come queste.
Quindi, artisti e tassisti che mi leggete, se volete potete partecipare anche voi. Basta scrivere ad info@taxigallery.it.
E buon viaggio.